Blaye

Blaye - FranciaBlaye, situata sulla riva destra dell'estuario del fiume Gironde, è una piccola cittadina di circa 5000, poco distante da Bordeaux, nota per la sua la cittadella fortificata del XVII secolo che domina la Gironda e per i famosi vini Bordeux "Premières Côtes de Blaye", coltivati sulla riva destra della foce su 5000 ettari.

Blaye si era già sviluppata economicamente grazie alla sua importante posizione strategica nel periodo gallo-romana, ma fu durante il regno di Luigi XIV, con la costruzione della cittadella di Vauban tra il 1685 e il 1689, che diventò la cittadina che conosciamo oggi. Blaye, dal 2008, insieme ad altre altre opere dell'ingegnere miliare Sébastien Le Prestre de Vauban, fa parte dei siti Patrimonio dell'Unimanità tutelati dall'Unesco . Quest'ultima è diventata una attrazione turistica di tutto rispetto, venendo visitata ogni anno da più di 500,000 persone.

La costruzione della Cittadella sconvolge in profondità l'eredità urbana del Medio Evo di Blaye, ciò che rimarrà furono alcuni elementi delle precedenti fortificazioni come la Porta Liverneuf del XII secolo e la  Torre Eguillette del XV secolo.  Per il resto, purtroppo, la città fu semplicemente rasa al suolo e ricostruita a poche centinaia di metri di distanza. Questi cambiamenti radicali non risparmiarono neppure l'antica Basilica di Saint-Romain, di cui ora si trovano solo pochi resti, e che una volta era il santuario e necropoli dei re d'Aquitania e che ospita ancora le tombe di Cariberto II, re di Aquitania e del figlio di Clotario II. Secondo una leggenda questo fu anche il luogo di sepoltura del conte Roland de Blaye, nipote di Carlo Magno, l'eroico paladino Roland, il cui corpo fu portato qui nel 778 dopo la battaglia di Roncisvalle e immortalato per l'eternità nel poema epico cavalleresco Chanson de Roland e nel successivo Orlando Furioso di Ludovico Ariosto. Il suo mausoleo purtroppo ora è poco più di un mucchio di rocce. E questo è strano considerando quanto siano attaccati i francesi alla loro storia.

Il giro delle mura, vi darà un'idea di fondo della città e vi permetterà di apprezzerà appieno la sua pus posizione strategica che domina il fiume Gironde, sulla parte superiore del mastio c'è una vista panoramica della foce a picco sul mare, nella parte orientale della cittadella sulla Porte Royale. Il giro si conclude le rovine del Castello di Rudel. Questo castello del Medioevo del XII secolo che fu integrato nella cittadella di Vauban, prende il nome da famoso trovatore il Principe di Blaye, Jaufré Rudel, che caratterizzò i suoi poemi in un paradosso amoroso spesso tipica dei trovatori, non solo l'amore platonico, ma l'amor de lonh, l'amore lontano. In questo caso i versi amorosi di Rudel erano rivolti alla Principessa di Tripoli, ricca e inaccessibile, che non aveva mai visto, ma di cui aveva solo sentito parlare. Ma ci sarebbe stato un lieto fine, infatti, il principe partì per la Secondo Crociata, venne ferito a morte in combattimento, ma morì tra le braccia della principessa.

Il castello di Rudel prima e la fortezza poi ebbero un ruolo importante nelle guerre contro gli inglesi (che la bruciarono nel 1352) e durante le guerre di religiose francesi (quando gli spagnoli conseguirono una vittoria navale navale nel 1593). Il famosa duchessa di Berry (italiana) fu imprigionato nella fortezza nel 1832-1833 dopo avere provato a risollevare la Vandea contro Luigi Filippo. Fu madre dello sfortunato Carlo X, che fu in seguito assassinato.

Ci sono altre interessanti cose da vedere a  a Blaye tra le quali segnaliamo il neogotico Chateau La Grange, del XIX secolo e il museo di storia locale all'interno della cittadella Museo di Storia e Arte Blayais.

Voli economici per la Francia seleziona il tuo aeroporto di partenza dall'Italia o dall'estero e scegli tra decine di compagnie, tra cui Ryanair, Easyjet e tante altre e vola con prezzi super convenienti. Risparmia fino al 50%...