Il magico mondo dello ZooParc di Beauval

Okapi allo zoo di BeauvalLo ZooParc di Beauval è senza dubbio uno degli zoo più spettacolari d?Europa, estendendosi su un parco di 22 ettari e ospitando ben 4000 animali, tra cui alcuni assolutamente unici come i primi leoni bianchi d?Europa e le prime tigri bianche di Francia. Beauval offre un viaggio naturale e affascinante nel cuore dei Castelli della Loira: il parco è infatti situato a St. Aignan, nella valle della Loira, a due ore da Parigi.

Lo Zooparc è stato fondato nel 1980 da Françoise Delord, una donna straordinaria, rappresentante francese al consiglio dell?Associazione Europea degli Zoo e Acquari (EAZA) che ha avuto l?onore di essere stata ammessa alla cerchia estremamente ristretta della World Association of Zoos and Aquaria (WAZA). Beauval riflette l?eccezionale personalità della sua fondatrice, la cui audacia e l?inesauribile inventiva hanno consentito di concretizzare il sogno di una vita, quello di lavorare per il benessere e la salvaguardia degli animali.
A Beauval un vero e proprio mosaico di piccoli e meravigliosi cosmi si incontrano fino a formare un tutt?uno armonioso: savana, serre tropicali, mondo acquatico, mondo dei primati e dei predatori.

Ma cominciamo proprio dalla savana, perché Beauval offre l?opportunità di penetrare il mistero delle terre africane addentrandosi in un immenso spazio che riproduce fedelmente il suggestivo mondo dell?Africa. La ?savana di Francia?, così potremmo definirla, si scinde in due diversi universi africani: il primo si estende su 3 ettari e ospita ben 80 animali che popolano questo territorio in piena libertà e tranquillità, tanto da riprodursi abbondantemente, come se fossero davvero in Africa. Questo spazio è condiviso da ben 12 diverse specie, tra cui rinoceronti, giraffe, zebre, antilopi, struzzi, ecc... animali che convivono pacificamente, separati tra loro soltanto da semplici fossati. Il secondo comprende la più grande installazione di Francia, ossia un insieme gigantesco di prateria, parco in sabbia e distesa d?acqua, che si estende su circa 5 ettari ed è abitato da una famiglia di cinque elefanti. Non va poi dimenticata la presenza di quello che, senza esagerare, può essere definito uno dei più incredibili animali della terra: si tratta dell?Okapi, cugino della giraffa, da cui ha ereditato la testa, con zampe di zebra e corpo di antilope. Considerate queste singolari caratteristiche, non stupisce che l?okapi rappresenti una delle principali attrazioni del parco.

É poi possibile immergersi nel cuore delle foreste equatoriali attraverso le quattro serre tropicali di Beauval, che, con i loro 6800 m², costituiscono un piccolo imperdibile angolo dello zoo, climatizzate d?estate e calde d?inverno, trasportano i visitatori nell?atmosfera unica che si respira nei paesi esotici. Per la precisione, nelle serre è possibile perdersi nella vegetazione lussureggiante e osservare da molto vicino il mondo dei rettili, ma anche quello delle grandi scimmie, che, tanto simili all?uomo, hanno da sempre generato grande curiosità nelle persone: qui catalizzano l?attenzione i gorilla, gli orangutango, ma soprattutto gli scimpanzé e i loro numerosissimi piccoli, tutti nati all?interno del parco. Il vivaio, invece, comprende una superficie di 400m² e dà alloggio a più di 250 rettili: serpenti, tartarughe, coccodrilli, iguane, varani e molti altri ancora. Ma torniamo ai primati, perché lo zoo è anche la dimora di moltissimi di loro, tra cui possiamo ricordare gli eleganti lemuri, gli agili gibboni, i simpatici macachi e ancora i cercopitechi, che coabitano sulle isole e le voliere a loro adibite.
Una delle quattro serre tropicali è poi stata pensata appositamente per offrire un ambiente confortevole a degli animali particolarmente amati da tutti e da Françoise Delord in particolare: la fondatrice li ha infatti fortemente voluti nel suo parco zoologico. Si tratta dei koala, piccoli animali tanto fragili quanto rari, la cui presenza a Beauval acquista speciale rilevanza nell?ottica più ampia della loro difesa e nel tentativo mondiale di favorirne la riproduzione per preservarne la specie.

Quanto al mondo acquatico, uno straordinario acquario marino consente di ammirare l?incessante balletto di 1500 pesci tropicali incredibilmente variopinti, mentre in un?altro immenso acquario si possono scoprire favolosi lamantini, pesci dell?Amazzonia, nonché gli inquietanti pirania del Brasile. Un ultimo bacino, il più grande d?Europa, offre una spettacolare visione sottomarina di favolose otarie. Ma non finisce qui, perché queste splendide serre sono anche il luogo in cui più di 600 coloratissimi volatili esotici si mescolano danzando nell?aria in tutta libertà. Così i visitatori si muovono tra le serre letteralmente circondati da pappagalli e tucani multicolore e da svariati altri uccelli che volano sopra le loro teste.

Un altro universo in grado di suscitare grandi emozioni e forse anche un po? di paura è quello dei grandi predatori: dalla celebre tigre bianca all?impressionante leone bianco, animali rarissimi che vivono e si riproducono in un ambiente assolutamente accogliente e rispondente alle loro esigenze. Va precisato che questi splendidi esemplari sono giunti nel parco nel 1999, ma non abbiamo a che fare con semplici tigri e leoni albini, bensì con animali sprovvisti di un pigmento naturale, la melanina. Proprio questa caratteristica, unita agli occhi dorati e al pelo color avorio li rende tanto speciali e ricercati. 

A Beauval si possono incontrare anche i pinguini, animali che suscitano simpatia e curiosità solo a guardarli: in genere si pensa che tutti i pinguini provengano da zone terribilmente fredde e che vivano unicamente su infinite distese ghiacciate del grande nord, ma non è sempre così, i pinguini del parco della Loira sono infatti originari del Cile e amano i climi temperati. I pinguini sono animali eccezionali e complessi: vivono in gruppo e presentano comportamenti sociali piuttosto elaborati dal momento che collaborano per la pesca, per l?allevamento dei piccoli e, infine, le coppie una volta formate non si separano più, riconoscendosi tramite i suoni e la vista.
Tra gli abitanti più stravaganti del parco vanno poi citati i canguri, i panda, i tapiri e i capibara, questi ultimi due condividono un ambiente particolare, simile alla pampa sudamericana. I tapiri incuriosiscono per le loro singolari sembianze: presentano un pelo raso, la silhouette del maiale e la proboscide dell?elefante, ma accorciata sensibilmente, arrivando a pesare fino a 200 kg. Accanto ai tapiri vivono i capibara: si tratta dei più grandi roditori del mondo (40 kg), caratterizzati da piccoli occhi neri e minuscole orecchie collocate alla sommità del capo.

Il parco mette a disposizione animatori estremamente preparati, disponibili e pronti in qualsiasi momento a parlare degli animali presenti a Beauval e delle loro abitudini più stravanti, rispondendo a tutte le domane. Anche gli spettacoli non mancano allo zoo: Beauval mette a disposizione dei visitatori 1500 posti a sedere e un?ora di spettacolo diviso i due parti di emozione pura: la prima ora è interamente dedicata agli uccelli rapaci che volano compiendo straordinarie evoluzioni fin quasi a sfiorare le teste degli spettatori; la seconda parte dello spettacolo vede l?entrata in scena delle simpaticissime otarie, strepitosi animali capaci di incantare grandi e piccini, riuscendo a strappare un sorriso a chiunque.
Una peculiarità fondamentale di questo zoo è l?impegno a proteggere le specie in pericolo di estinzione, così, ispirandosi al motto ?il ne suffit plus d?en parler, aujourd?hui il faut Agir!? (?non basta più parlarne, oggi è necessario agire!?) Beauval si adopera per la tutela degli animali aderendo e promuovendo diverse iniziative. Tra i progetti più significativi che hanno visto questo parco in prima linea va segnalato che nel 2006 Beauval ha partecipato a ben undici programmi di conservazione in tutto il mondo e ha donato 100.000 euro per la difesa degli animali minacciati. Il parco aderisce tra l?altro al piano di gestione a lungo termine teso a difendere l?habitat naturale dei koala e promosso dall?Australian Koala Foundation; si prodiga per la riforestazione delle foreste secche di Analabé; contribuisce enormemente al ?Progetto riserva di fauna di Epulu?, consentendo all?okapi, singolare specie minacciata da un?allarmante riduzione del suo ambiente naturale, di usufruire della creazione di una riserva nella foresta di Ituri, capace di ospitare ben 5000 esemplari. Oltre a questo la protezione dell?orang-outan in Malesia e la reintroduzione degli asini selvaggi nel Gibuti. Con tanto impegno e svariati progetti, Beauval sente di compiere con pienezza la propria missione: essere al servizio della natura e degli animali.
A Beauval, ispirandosi all?idea che «non esiste età per sensibilizzare le coscienze», si promuove anche un vero e proprio percorso pedagogico organizzato in diverse tappe: innanzitutto lungo tutto il parco sono disposti una quarantina di pannelli esplicativi indirizzati ai ragazzi dai 5 ai 12 anni, realizzati appositamente per i giovani visitatori, questo pannelli descrivono gli habitats naturali, le abitudini alimentari e di vita degli animali e non mancano infine aneddoti e illustrazioni sugli abitanti del parco. Il ?Carnet Parcours Enfant?, un libretto costituito da una ventina pagine, accompagna e completa i pannelli esplicativi, offrendo ulteriori informazioni, giochi e mini-questionari. Questo carnet consente ai ragazzi di testare, divertendosi, le conoscenze acquisite durante la visita. L?impegno pedagogico prosegue poi attraverso 15 incontri giornalieri in cui la parola passa agli specialisti che commentano, spiegano e rispondono alle curiosità e alle domande dei visitatori.

In ultimo, vale la pena di fornire informazioni pratiche che potrà tornare di certo utile: lo ZooParc di Beauval è aperto 365 giorni l?anno, anche i giorni feriali, dalle nove del mattino al calare del sole, in modo da poter sfruttare tutta la giornata per visitare le attrazioni presenti. La tariffa per gli adulti e per i ragazzi fino a 11 anni è di circa 20 ? al giorno, mentre i bambini dai 3 ai 10 anni usufruiscono di una tariffa ridotta pari di circa 15 ?; è tra l?altro possibile acquistare un pass valido per due giornate o ancora un pass annuale per poter visitare Beauval senza limitazioni. All?interno dello zoo sono presenti cinque punti di ristoro: il self-service ?Le Tropical?, dove è possibile pranzare sulle terrazze affacciate sulle isole delle scimmie oppure al primo piano, godendo della vista sulla piscina delle otarie; la crêperie ?La Roseraie?, situata nel cuore del parco; tre altri punti dove consumare rapidamente panini, insalate, sandwiches, hot-dogs e tanto altro ancora.

Voli economici per la Francia seleziona il tuo aeroporto di partenza dall'Italia o dall'estero e scegli tra decine di compagnie, tra cui Ryanair, Easyjet e tante altre e vola con prezzi super convenienti. Risparmia fino al 50%...