Louis Pasteur

PasteurLouis Pasteur, chimico e biologo francese,  è uno dei fondatori della moderna microbiologia. Il processo di pastorizzazione porta infatti il suo nome ed è a lui che si deve sin dall?Ottocento la riduzione della mortalità infantile da certi germi patogeni.

Pasteur nacque a Dole, un piccolo paesino francese, e visse la maggior parte della sua infanzia nella cittadina di Arbois, nella regione della Franca Contea. Di umili origini, conseguì il diploma in lettere e in scienze al Collegio Reale di Besançon, laureandosi successivamente in chimica e in fisica alla Scuola Normale Superiore di Parigi. La specializzazione post laurea da lui conseguita nel campo della cristallografia gli portò notevoli attenzioni nel mondo scientifico, tanto da guadagnare la cattedra di professore di chimica presso l?università di Strasburgo. Era il 1849 e il giovane Pasteur muoveva i primi passi nel mondo accademico, preannunciati un anno prima dalla posizione di docente di fisica presso il liceo di Digione. Nello stesso anni si sposò con Marie,  la figlia del rettore dell?università.

Accanto all?attività accademica (insegnò anche chimica alla facoltà di scienze di Lilla dal 1854), Pasteur si distinse soprattutto per le ricerche portate avanti nel campo della microbiologia: studiò la fermentazione dimostrando che i microrganismi responsabili di tale fenomeno, contrariamente a quanto era stato allora sostenuto dagli scienziati dell?epoca, non proliferavano secondo un processo chimico.

La scoperta portò alle ricerche sulla conservazione del latte attraverso la riduzione del proliferare dei microrganismi. Il temporaneo aumento della temperatura, a 60-70°,  prima che venga imbottigliato, porta infatti il latte a non sviluppare effetti patogeni (si differenzia dalla sterilizzazione, dove si ha l?eliminazione di ogni forma microbica esistente).

I suoi studi non furono importanti solo nel campo medico, aiutarono infatti anche l?industria della seta nella Francia del sud, dove era in atto una epidemia che duramente aveva colpito i bachi (l?intera industria europea della seta veniva così salvata dalla minaccia di facili contagi). A questa si aggiunsero le ricerche in campo eno-gastronomico, attraverso le fermentazioni alcoliche. Pasteur rimase a Lilla fino al 1857, periodo di massima attività scientifica. In seguito la Scuola Normale Superiore di Parigi gli offrì l?incarico di amministratore e vice-direttore degli studi scientifici.

Gli studi sulla fermentazione e sulla generazione spontanea assunsero massima importanza nel campo della medicina, fu infatti grazie a questi studi che venne intuito che i microrganismi riuscivano ad originare e a sviluppare le malattie. Non solo, Pasteur studiò il carbonchio, una gravissima malattia del bestiame, isolandone il bacillo; studiò la prevenzione di malattie, come la setticemia, il colera, la difterite, la tubercolosi, il vaiolo e la rabbia. Come ci è noto, il vaccino della rabbia ottenuto e sviluppato dallo stesso virus responsabile, ha salvato migliaia di persone. A lui si deve anche la classificazione dei micro-organismi in due grandi categorie: aerobici (che non possono vivere senza ossigeno) ed anaerobici (che possono vivere in assenza di ossigeno).

Nel 1895, poco tempo prima della sua scomparsa, Pasteur ricevete la Legione d?Onore, la più alta onorificenza della nazione francese. Venne sepolto nella cattedrale di Notre Dame, anche se le spoglia furono successivamente trasferite all?Istituto Pasteur. Quest?ultimo, fondato nel 1888, è sin dalla sua creazione considerato uno dei più importanti istituti di ricerca del mondo, nei campi della biologia, della genetica molecolare e delle malattie infettive.

Voli economici per la Francia seleziona il tuo aeroporto di partenza dall'Italia o dall'estero e scegli tra decine di compagnie, tra cui Ryanair, Easyjet e tante altre e vola con prezzi super convenienti. Risparmia fino al 50%...